Speciale Sardegna.COM

Carattere

Basilica Nostra Signora di Bonaria (Cagliari)

La Basilica della Madonna di Bonaria, patrona massima della Sardegna, costruita in stile gotico-catalano, è officiata dai Padri Mercenari. Nella facciata a portico, preceduta da un'ampia scalinata e in cui si apre un bellissimo portale gotico, è collocata una statua di Paolo VI. Il campanile della Basilica con canna esagonale, manca del coronamento e ha il tetto spiovente da un lato. La chiesa presenta una sola navata con volta a botte spezzata, divisa in sei campate da archi trasversali. Lateralmente si aprono sette cappelle cinquecentesche, coperte da volta a crociera. Il presbiterio accoglie l'altare con maestoso baldacchino sorretto da colonne in marmo con decorazioni dorate. Sull'altare maggiore è gelosamente custodita la statua della Madonna di Bonaria. Secondo la leggenda, durante una tempesta, questa venne buttata in mare da una nave spagnola e trovata dai padri Mercedari ai piedi del colle. Questo prodigio ha reso il Santuario meta di pellegrinaggio e in particolare i marinai la come loro protettrice. La statua, realizzata in legno, indossa una tunica rossa e dorata abbellita da una ricca cintura ricamata, ed è coperta da un mantello azzurro, con fiori dorati. Nella mano sinistra tiene una piccola nave d'argento e una candela a ricordo di quella che teneva in mano al momento del suo ritrovamento. Davanti al simulacro è posta una particolare navicella d'avorio, che indica, in maniera considerata portentosa e inspiegabile, la direzione dei venti del Golfo. Affiancato alla Basilica si trova il piccolo Santuario, edificio del XVI secolo, con semplice facciata a capanna in cui si apre il piccolo portale architravato di stile gotico, con arco di scarico a sesto acuto e lunetta che ospita una scultura in bronzo della Vergine. Al di sopra del portale si trova un grande oculo con vetri policromi e ornato da cornice. Sul piazzale antistante la chiesa, una colonna ricorda in punto in cui sarebbe avvenuto il prodigioso salvataggio. All'interno della Basilica si può visitare il Museo Marinaro in cui sono esposti moltissimi ex-voto, interessanti documenti, oggetti e arredi sacri, e in una teca, la cassa in cui nel 1370 fu ritrovata la statua della Madonna. La Madonna di Bonaria viene festeggiata il 24 aprile e la prima domenica di luglio.

 

Multimedia

Vedi la Galleria Fotografica

 
 
 
 

Nota Bene: Le notizie presenti nel sito hanno carattere e finalità puramente informative. La Sardiniaportal Srl, o chi per lei, non fornisce alcuna garanzia o assicurazione in merito e non è pertanto da considerarsi responsabile per situazioni particolari legate ai prodotti, alle indicazioni progettuali e alle offerte proposte dalle attività promotrici.