Speciale Sardegna.COM

Carattere

Ardara

Ardara Ŕ un piccolo comune della provincia di Sassari, compreso nella regione storica del Logudoro, nella Sardegna settentrionale. Confina con i territori di Collinas, Mogoro, Pabillonis, San Gavino Monreale, Sanluri e Villanovaforru.
Ardara, situato in una fertile zona collinare cinta da rilievi montuosi di grande bellezza, possiede la caratteristica chiesa di romanica di Santa Maria del Regno, conosciuta in tutta la Sardegna.

Come arrivare a Ardara:

In auto:

- da Cagliari si percorre la SS 131 in direzione Oristano, proseguendo poi per Macomer, Bonorva e Mores sino ad arrivare ad Ardara.

- da Sassari si percorre la SS 131 e la SS 597 sino ad arrivare ad Ardara.

- da Oristano si percorre la SS 131 in direzione Macomer, proseguendo poi per Bonorva e Mores sino ad arrivare ad Ardara.

- da Nuoro si percorre la SS 129 in direzione Macomer, si prosegue poi sulla SS 131 passando per Bonorva e Mores sino ad arrivare ad Ardara.

La Storia:

Ardara durante il periodo medievale apparteneva alla curatoria del Meilogu, nel Regno giudicale di Torres, di cui fu anche capoluogo. Nel 1272, finito questo Stato, Ardara pass˛ sotto il potere dei Doria. Nel 1323 divent˛ un paese del Regno di Sardegna, mentre nel 1324 con la guerra fra i Doria e il Regno di Sardegna il paese pass˛ a Damiano e Galeotto Doria. Nel 1330 Ardara venne conquista dall┤esercito catalano-aragonese guidato da Raimondo de Cardona, ma dopo poco ritorn˛ sotto il controllo dei Doria. Nel 1333 in paese venne concesso nominalmente in feudo a Berengario Raiedello anche se di fatto continu˛ ad appartenere ai Doria. Durante la guerra fra Regno di Arborea e Regno di Sardegna Ardara fu al centro di una lunga contesa che si concluse, solo temporaneamente, a favore del regno arborense. Nel 1355 il paese, in attesa di un intervento da parte del papa Innocenzo VI venne preso in consegna dal vescovo di Usellus, ma nel 1364 venne occupato dalle truppe arborensi. Nel 1391 e fino al 1420 Ardara torn˛ a far parte del Regno di Arborea. Finito questo Stato entr˛ a far parte del Regno di Sardegna. Nel 1421 venne concesso in feudo a Bernardo Centelles, entrando a far parte della contea di Oliva. Nel 1442 Francesco Gilabert Centelles lo vendette a Franceschino Saba a cui venne per˛ ben presto confiscato. Nel 1455 Ardara venne venduta all┤asta e nel 1479 venne acquisita da Giovanni de Vilamarý. Dopo la sua morte il paese pass˛ alla sorella Anna e poi a Isabella de Vilamarý che nel 1547 la cedette a Antioco Virde. All┤estinzione dei Virde Ardara venne acquistata dai Manca che la tennero fino al riscatto del 1839. Ardara appartiene alla Diocesi di Ozieri.

 

Multimedia

Vedi la Galleria Fotografica

 
 
 
 

Nota Bene: Le notizie presenti nel sito hanno carattere e finalità puramente informative. La Sardiniaportal Srl, o chi per lei, non fornisce alcuna garanzia o assicurazione in merito e non è pertanto da considerarsi responsabile per situazioni particolari legate ai prodotti, alle indicazioni progettuali e alle offerte proposte dalle attività promotrici.